logo
Resta sempre aggiornato con le nostre newsletter.



Autorizzo al trattamento dei miei dati personali in base alla privacy policy

 

Normativa e Sicurezza

Sicurezza e qualità sono le priorità di Aluvetro.

I seguenti prodotti hanno superato I test ottenendo dichiarazione di conformità da un tecnico abilitato, in riferimento alle normative vigenti

GRUPPO 1, TIPOLOGIA a
Vincolato su un solo lato, senza corrimano.
Vincolo continuo e/o puntuale (lineare con o senza soluzione di continuità).

Gruppo 1 - tipologia A
SLE* kN/m SLU kN/m H balaustra dal calpestio mm Prodotto consigliato Tipo di vetro minimo Tipo di vetro consigliato
1,0 1,5 1100 Garda SP-AP 100
SP - AP - FS 200
SP-AP special 200
FS-FS special 200
8/8 T+I PVB 8/8 T+I PVB
1,0 1,5 650 Garda Mini 8/8 T+I PVB 8/8 T+I PVB
2,0 3,0 1100 SP - AP - FS 200
SP-AP special 200
FS-FS special 200
8/8 T+I PVB 10/10 T+I PVB
8/8 T+T CLASS 2
2,0 3,0 650 Garda Mini 8/8 T+I PVB 8/8 T+I PVB
3,0 4,5 1100 Garda SP-AP 300
Garda FS 300
10/10 T+T PLASTICO CLASS 2 10/10 T+T
CLASS 2

GRUPPO 2, TIPOLOGIA d
Vincolato su un solo lato, con corrimano di ripartizione dei carichi tra lastre contigue.
Vincolo continuo e/o puntuale (lineare con o senza soluzione di continuità).

Gruppo 2 - tipologia D
SLE* kN/m SLU kN/m H balaustra dal calpestio mm Prodotto consigliato Tipo di vetro minimo Tipo di vetro consigliato
1,0 1,5 1100 Garda SP-AP 100
SP - AP - FS 200
Fs-fs special 200
Garda Mini
8/8 T+I PVB 8/8 T+I PVB
1,0 1,5 650 Garda Mini 8/8 T+I PVB 8/8 T+I PVB
2,0 3,0 1100 Garda SP-AP 100
SP - AP - FS 200
SP- AP special 200
FS-FS special 200
8/8 T+I PVB 10/10 T+I PVB
8/8 T+T CLASS 2
2,0 3,0 650 Garda Mini 8/8 T+I PVB 8/8 T+I PVB
3,0 4,5 1100 Garda SP-AP 300
Garda FS 300
10/10 T+I PVB 10/10 T+T
CLASS 2

La Sicurezza

Le principali norme da rispettare**

NTC 2018 * AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI

D.M. 17 gennaio 2018
3.1.II SOVRACCARICHI – Fornisce le resistenze richieste per gli elementi posti a protezione dalla caduta nel vuoto.*

UNI 7697: 2015 *

Febbraio 2015
Norma UNI relativa alla sicurezza per l’utilizzo del vetro piano in edilizia. Fornisce indicazioni sulle tipologie di vetro da utilizzare per le balaustre. *

UNI 11678:2017 *

15 maggio 2017
“Vetro per edilizia – Elementi di tamponamento in vetro aventi funzione anticaduta – Resistenza al carico statico lineare ed al carico dinamico – Metodi di Prova”

Norma UNI
La norma definisce i metodi di prova per determinare il comportamento ai carichi statici linearmente distribuiti e ai carichi dinamici di elementi di tamponamento in vetro avente funzione di anti caduta.

DM 236 *

14 giugno 1989
Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica, ai fini del superamento e dell’eliminazione delle barriere architettoniche.
Fornisce l’altezza minima dei parapetti e balaustre oltre alle indicazioni sulla necessità e tipologie di corrimano.

* In vigore al momento della stampa, verificare eventuali modifiche, aggiornamenti o la presenza di nuove normative
** fatte salve le eventuali normative locali vigenti presso il territorio in cui si trova il cliente finale.

Estratto NTC 2018 – NORME TECNICHE ITALIANE

Valori di sovraccarichi per le diverse categorie d’uso delle costruzioni

Categoria A
Ambienti ad uso residenziale kN/m
Aree per attività domestiche e residenziali; sono compresi in questa categoria i locali di abitazioni e relativi servizi, gli alberghi (ad esclusione delle aree soggette ad affollamento), camere di degenza di ospedali 1,0
Scale comuni, balconi, ballatoi 2,0
Categoria B
Uffici kN/m
Cat. B1 Uffici non aperti al pubblico (ad esclusione delle aree soggette ad affollamento) 1,0
Cat. B2 Uffici aperti al pubblico (ad esclusione delle aree soggette ad affollamento) 1,0
Scale comuni balconi, ballatoi 2,0
Categoria C
Ambienti suscettibili di affollamento kN/m
Cat. C1 Aree con tavoli, quali scuole, caffè, ristoranti, sale per banchetti, lettura e ricevimento (ad esclusione delle aree soggette ad affollamento) 1,0
Cat. C2 Aree con posti a sedere fissi, quali chiese, teatri, cinema, sale per conferenze e attesa, aule universitarie e aule magne 2,0
Cat. C3 Ambienti privi di ostacoli al movimento delle persone, quali museo, sale per esposizione, aree d’accesso a uffici, ad alberghi e ospedali, ad atri di stazioni ferroviarie 3,0
Cat. C4 Aree con possibile svolgimento di attività fisiche, quali sale da ballo, palestre, palcoscenici 3,0
Cat. C5 Aree suscettibili di grandi affollamenti, quali edifici per eventi pubblici, sale da concerto, palazzetti per lo sport e relative tribune, gradinate e piattaforme ferroviarie 3,0
Scale comuni, balconi e ballatoi Secondo categoria d’uso servita ≥ 2,0
Categoria D
Ambienti ad uso commerciale kN/m
Cat. D1 Negozi 2,0
Cat. D2 Centri commerciali, mercati, grandi magazzini 2,0
Scale comuni, balconi, ballatoi Secondo categoria d’uso servita
Categoria E
Aree per immagazzinamento e uso commerciale ed uso industriale kN/m
Cat. E1 Aree per accumulo di merci e relative aree d’accesso, quali biblioteche, archivi, magazzini, depositi, laboratori manifatturieri 1,0*
Cat. E2 Ambienti ad uso industriale Da valutarsi caso per caso
Categoria F-G
Rimesse e aree per traffico di veicoli (esclusi i ponti) <kN/m
Cat. F Rimesse, aree per traffico, parcheggio e sosta di veicoli leggeri (peso a pieno carico fino a 30 kN) 1,0**
Cat. G Aree per traffico e parcheggi di veicoli medi (peso a pieno carico compreso fra 30kN e 160 kN), quali rampe d’accesso, zone di carico e scarico merci 1,0**
Categoria H-I-K
Coperture kN/m
Cat. H Coperture accessibili per sola manutenzione e riparazione 1,0
Cat. I Coperture praticabili di ambienti di categoria d’uso compresa tra A e D Secondo categorie di appartenenza
Cat. K Coperture per usi speciali quali impianti, eliporti Da valutarsi caso per caso

* Non comprende le azioni orizzontali eventualmente esercitate dai materiali immagazzinati.
** Per i soli parapetti o partizioni nelle zone pedonali. Le azioni sulle barriere esercitate dagli automezzi dovranno essere valutate caso per caso.

Elevati standard di sicurezza
Tutti prodotti del sistema Garda sono collaudati presso laboratori accreditati al ministero dei lavori pubblici e hanno superato test ai carichi dinamici e statici fino a 4,5 kN/m (Spinta fino a 300 kg/m).
Inoltre le balaustre hanno superato test, ottenendo dichiarazione di conformità in ottemperanza alle attuali norme tecniche per le costruzioni.